25 giugno 2017
Famiglia Giovani Lavoro
Tra delusione e profezia

Domenica 25 giugno Poggio San Francesco ospiterà un convegno che ha al centro il tema del lavoro. “Famiglia, giovani, lavoro: tra delusione e profezia”

Famiglia, giovani, lavoro: tra delusione e profeziaVuole essere l’occasione per costruire alleanze dentro e fuori la Chiesa, allestire un tavolo di confronto tra varie forze al fine di promuovere la corresponsabilità e prendere in carico, con le proprie mani, un problema così attuale e urgente.

Un tavolo in grado di testimoniare che di fronte ad una sfida così importante per il futuro della nostra società non si può intervenire da soli, è necessario unire le forze di ciascuno.

Un tavolo che partendo dalla realtà del nostro territorio attraverso un dialogo franco che con onestà intellettuale, senza pregiudizi o false illusioni rimetta al centro la dignità della persona quale valore primario e insostituibile per ricostruire una società a misura di uomo e di donna.
“La mancanza di lavoro colpisce la serenità della famiglia” (AL. n.25) e mortifica chi vuole farsi una propria famiglia.

Un tavolo di mediazione che sia capace, come afferma in un suo discorso sul lavoro, Papa Francesco, di mettere insieme persone e risorse, iniziando processi nei quali gli ultimi, nel caso nostro giovani e famiglie, siano i protagonisti principali e i beneficiari.

Siamo il paese, in Europa, con la più alta percentuale di disoccupati e da qualche anno di quelli che hanno smesso di cercare un lavoro perché stanchi o scoraggiati, apatici, ormai senza più speranza. Una moltitudine che vive alla giornata o sulle spalle della famiglia d’origine e che non riesce a realizzare piani per costruirsene una propria.

Per affrontare con serietà questi problemi ascolteremo tre relatori all’altezza del compito, che ci aiuteranno a riflettere e a capire.

Suor Alessandra Smerilli, docente di economia politica presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” Roma ci presenterà il tema che ha dato il titolo alla giornata.

Seguono il Dott. Mimmo Milazzo, Segretario Regionale CISL che ci presenterà la Situazione del lavoro giovanile in Sicilia e il Dott. Steni Di Piazza, Presidente MECC esperto di Microcredito per l’economia civile e di comunione.

Dopo pranzo, poiché siamo convinti che le abitudini sociali si cambiano dal basso mostrando in modo credibile cosa nasce di buono dal comportamento positivo, abbiamo pensato di dedicare un tempo alle buone prassi che si sperimentano nel nostro territorio.

Sarà don Antonio Chimenti, direttore dell’ufficio diocesano delle comunicazioni sociali a coordinare gli interventi che riguarderanno il progetto Policoro e il PSR piano di sviluppo rurale. Seguiranno alcune testimonianze di giovani che sono riusciti a realizzare da soli o in gruppo un progetto originale. Infine sarà data voce all’assemblea e ascolteremo le conclusioni della giornata.

È uno sforzo che vogliamo fare insieme perché è una sfida troppo grande da affrontare da soli. Tra la delusione e la profezia dobbiamo insieme costruire un ponte che crei speranza e che con uno sguardo attento delinei una prospettiva di futuro che sia degno di essere vissuto da persone libere e consapevoli.

Per questo chiediamo a chiunque di farsi portavoce dell’iniziativa. Sarà un primo passo per gettare reti di solidarietà tra quanti hanno a cuore i giovani e le famiglie per offrire a ciascuno un “vino buono”, il vino che dia gusto alla nostra vita e a quella dei nostri figli. Gli altri passi li progetteremo insieme a voi.

Si legge in Amoris laetitia (n.38): «molte volte abbiamo agito con atteggiamento difensivo e sprechiamo le energie pastorali moltiplicando gli attacchi ad un mondo decadente, con poca capacità propositiva per indicare strade di felicità».

Facciamo nostro l’invito di Papa Francesco e impegnamoci insieme a che il futuro, a partire da oggi, sia l’occasione per fare meglio quanto ora crediamo sia abbastanza.

 

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *